Come funziona la Oyster Card: la “Maximum Fare”

0
621

Quando si acquista una Oyster Card bisogna sempre ricordarsi di passarla sugli appositi sensori non solo quando si entra ma anche quando si esce dalle stazioni della metropolitana, della DLR e della National Rail.

Se per la maggior parte di queste la scansione della card in uscita e’ resa obbligatoria dagli appositi “tornelli”, alcune stazioni hanno uscite libere e in questi casi e’ fondamentale non dimenticarsi il “touch out” della Oyster.

Come mai? Il motivo e’ molto semplice. Ogni volta che per entrare in una stazione strisciamo la card sul lettore, dal nostro conto vengono prelevati momentaneamente 8,30£, la massima tariffa per una singola tratta (“maximum fare”).

Se la carta non viene scannerizzata in uscita, non potra’ riconoscere l’esatto importo del nostro spostamento e per questo motivo alla successiva scannerizzazione addebitera’ la suddetta tariffa massima.

N.B. sui bus basta scannerizzare la carta quando si sale, non e’ necessario farlo due volte! 🙂

Luca Cattaneo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here